Tutti insieme allegramente

Gli ultimi papaveri, dorati Hemerocallis, qualche spiga di Solidago, un accenno di Oenothera biennis, prime canne fiorite di verbasco, spruzzi azzurri di Echium vulgare e qualche infiorescenza di aglio selvatico. Equilibrio gradevolissimo di forme, colori… e provenienze.

I papaveri, come l’Echium e il verbasco, sono sul territorio italiano da sempre, gli Hemerocallis sono immigrati per lo più da Cina e Giappone, in qualche caso sfuggiti alle coltivazioni e spontaneizzati, l’americana Solidago, ospite, giunta dall’America, si comporta come certi amici appiccicosi, invitati per un caffè non se ne vanno più. Pare avere le stesse abitudini invadenti l’enotera: è da pochi anni che la vediamo sui bordi delle nostre strade, prima sparsa e timida, adesso sempre più prorompente e invasiva; proviene anch’essa dall’America Settentrionale.


Tutti insieme allegramente (145) – Cm. 58×78 Anno 2009
Per ulteriori informazioni:
Gianna Tuninetti 011 8177194
www.giannatuninetti.it