Piante per uccelli

Settembre è il mese adatto al trapianto degli arbusti che serviranno ad attirare una miriade di uccelli nelle stagioni successive: l’autunno e l’inverno. Devono essere arbusti che producono frutti o bacche, ma non tutti vanno bene e nemmeno tutti i luoghi sono adatti. Gli uccelli sono infatti sensibili ai predatori e quindi sarà meglio evitare i giardini dove sono presenti molti gatti. Le posizioni più adatte sono quelle non troppo vicine ad una porta d’entrata o ad una finestra che si aprirà sovente: il disturbo periodico non è un incentivo ai delicati equilibri vitali di un uccello nel pieno dell’inverno, quando ogni azione corrisponde ad una notevole dispersione di energia. Una macchia di piante riservate agli uccelli è quindi auspicabile nell’angolo più tranquillo del giardino, magari accanto ad una mangiatoia che si avrà cura di mantenere rifornita per tutto l’inverno.


Ma vediamo gli arbusti più adatti:

  • Sorbo degli uccellatori (Sorbus aucuparia e Sorbus aria). Quasi non servono le presentazioni per questo bellissimo alberello che produce fin da metà agosto una miriade di bacche rosso corallo molto appetite da tordi, tordelle, merli, storni e occasionalmente i rari beccofrusoni. E’ una pianta quasi senza esigenze ma se potete dedicategli un terreno leggero e ben esposto al sole, anche se riesce a produrre nelle posizioni ombrose.
  • Cotoneaster (Cotoneaster lacteus e Cotoneaster horizontalis). Arbusti vigorosi che producono molte bacche rosse e ricercate dai tordi e dalle cince, nonché dai fringillidi. Alcune cpecie di Cotoneaster sono sempreverdi e diventano ottime piante da siepe (Cotoneaster franchetii) anche per i giardini di montagna.
  • Crespino (Berberis vulgaris e Berberis thunbergii). I crespini o Berberis producono tantissime bacche rosse e lucide o nere apprezzate dai merli, ma un po’ tutti gli uccelli vi faranno una capatina per rifornirsi di vitamina C. Sono arbusti che non superano i due metri di altezza e quindi adatti anche ai piccoli giardini, ben esposti al sole o in mezz’ombra.
  • Caprifoglio. Arbusto da siepe (Lonicera fragrantissima) o rampicante (Lonicera periclymenum) adatto al giardino degli uccelli per le numerose bacche ma anche per i fiori molto profumati che attirano le farfalle notturne e diventano quindi un luogo preferito per la nidificazione di merli, balie, cinciallegre e pettirossi.
  • Biancospino (Crataegus monogyna e Crataegus oxyacantha). Senz’altro il re o il “castello” degli uccelli. Tutti lo amano: per le bellissime bacche invernali e per gli insetti che vi trovano durante la bella stagione, insetti attratti dai profumati fiori e dal nettare che vi trovano. Inoltre è l’arbusto ideale per la nidificazione essendo spinoso e intricato al punto giusto (giusto per un uccello…). Lo si può piantare in ogni terreno ma le specie migliori rimangono quelle citate.


Oltre agli arbusti citati diventano utilissimi certi alberi come l’ontano, il frassino, la betulla e la quercia. Tutti sono dispense a cielo aperto di piccoli semi per verdoni, lucherini, cince, organetti, picchi ecc…

Sul nostro portale Piante & Vivai, troverete tutte le specie di piante sopracitate, con foto, descrizione e note di coltivazione. Inoltre per ogni pianta, l’elenco dei vivai dove poterle acquistare.