Castelli e giardini della Franconia

Breve viaggio dal 2 al 6 ottobre 2012, nella parte settentrionale della Baviera, divisa per secoli in piccoli potentati indipendenti che ad imitazione delle grandi dinastie costruirono sontuose residenze circondate da giardini. Tappa da amanti del verde al “Landesgartenschau”, la famosa esposizione florovivaistica bavarese.

2 martedì
Partenza dall’Italia in pullman e prima tappa a Lindau, sul lago di Costanza. Proseguimento in direzione Heidenheim, piccola città sul fiume Brenz circondata dalle colline boscose del Giura svevo. Sulla città antica vigila la medievale fortezza ghibellina risalente all’XXI Sec. trasformata in castello rinascimentale dai duchi del Württemberg. Heidenheim si è aggiudicata nel 2006 l’assegnazione dell’esposizione regionale dei giardini della Baviera ed il vasto parco creato per l’occasione è stato mantenuto come patrimonio verde della città ed è protetto da un’apposita fondazione. Visita guidata della cittadina e del parco e successiva partenza per Aalen, città termale che possiede un piccolo e curato centro storico medievale sovrastato da un castello del XVI sec. Cena e pernottamento all’hotel Ramada, situato in posizione tranquilla ai margini della foresta.

3 mercoledì
Partenza in direzione Veitshöchheim, sulle rive del fiume Meno; all’arrivo visita guidata dei giardini del castello, già residenza dei granduchi di Toscana. A sud del castello di caccia, costruito verso 1680, venne aggiunto un giardino con terrazze e laghetti, mentre solo al 1763 si diede al giardino l’aspetto attuale con le oltre duecento magnifiche sculture in pietra arenaria. A seguire, imbarco sul battello per raggiungere Würzburg.

Nel pomeriggio visita guidata della città e della residenza dei vescovi-principi, dal 1981 appartenente al patrimonio culturale mondiale dell’UNESCO. Il palazzo fu costruito su incarico dei vescovi-principi Johann Philipp Franz von Schönborn e suo fratello, Friedrich Karl von Schönborn, suo successore dall’architetto Balthasar Neumann. Famosa la scala d’onore con una volta priva di sostegno dove il maestro veneziano, Giovanni Battista Tiepolo dipinse il più grande affresco su soffitto del mondo, che simboleggia l’omaggio dei quattro continenti allora conosciuti al vescovo-principe. Al termine della giornata si visita una cantina per una degustazione di vini tipici della regione.

4 giovedì
Trasferimento a Bamberg e visita guidata della città alta con l’imponente duomo romanico, la Neue Residenz ed il suo “Rosengarten”, il romantico giardino alla francese, dal quale si gode una splendida veduta sulla città. Il giardino è disseminato di statuette di putti circondate da tigli e da centinaia di specie di rose, ditribuite in oltre settanta aiuole.

Spostamento nell’area tra il fiume Regnitz e il canale Main-Donau-Kanal, per visitare il “Landesgartenschau”, la famosa esposizione florovivaistica bavarese. La manifestazione offre anche una nuova prospettiva su Bamberga come “città di orti e giardini”, elemento che ha contribuito all’attribuzione dello status di Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Pranzo libero e proseguimento per il borgo di Wonnsees per visitare il giardino Sanspareil. Dopo l’ultimazione dell’eremo di Bayreuth, Wilhelmine e il marito Federico acquistarono un antico terreno di caccia e lo trasformarono in un giardino di rocce cui diedero il nome di “Sanspareil”. Il viaggio prosegue in direzione Bayreuth.

5 venerdì
Durante la mattinata, visita guidata della città di Bayreuth. Divenuti signori del Marchesato, gli Hohenzollern della Franconia fissarono la propria residenza a Bayreuth, modesta città d’origine medievale. L’arrivo di Guglielmina, sorella di Federico II di Prussia, come sposa del margravio Federico all’inizio del ‘700, provocò un vero e proprio terremoto culturale. La colta principessa dette avvio ad una serie di costruzioni che non solo cambiarono l’aspetto della città ma ne fecero un centro culturale di spicco. Nel giro di pochi anni furono costruiti il castello dell’Ermitage, il Castello Nuovo ed i giardini Sanspareil e Fantaisie. Nel pomeriggio si raggiunge Norimberga; dopo la sistemazione presso l’hotel NH City, si procede per una visita panoramica del centro storico cui segue una cena tipica in birreria prima di fare ritorno in albergo.

6 sabato
Trasferimento nel sobborgo di Erlangen Alla fine del ‘600 i Margravi di Bayreuth dettero asilo a migliaia di protestanti cacciati dalla Francia. L’assistenza ai correligionari fu ripagata da un grande sviluppo economico grazie al contributo degli artigiani e commercianti Ugonotti immigrati: la nuova città “manifatturiera“ disegnata con pianta a scacchiera fu dotata di un castello residenziale con giardino ed orangerie, chiesa parrocchiale e università, in locale stile rococò fedele allo spirito illuminista. Visita del Giardino di Corte e dell’annesso Giardino Botanico. Sulla via del rientro in Italia, sosta a Murnau per il pranzo in ristorante.

Contatti:
Riccardo Carini – Addetto stampa Linnea Tours
+393398842148

r.carini@linneatours.it

www.linneatours.it