Infestanti

Fronde di rovo, spighe di salcerella, romanticissima saponaria rosa confetto e pochi astri coltivati nell’orto: bell’esempio di coesistenza pacifica e ottimo risultato pittorico.
I rovi (genere Morus), a ben guardarli sono proprio belli, sempre: quando d’inverno carichi di galaverna assomigliano a gomitoloni di lana d’angora, in primavera quando si adornano di fiori a grappolo bianchi o rosati, invitanti, in estate, carichi di more succulente. Crescono rigogliosi ovunque.
Qualche esigenza in più vale per Lythrum salicaria, robusta e generosa, è prodiga di belle spighe rosa intenso solamente se ha sempre a disposizione acqua a volontà. La Saponaria officinalis peferisce suoli freschi e adora il sole, si adatta pertanto anche ai bordi delle strade, incolti e ruderi a patto che l’esposizione sia luminosa, dopodiché è anch’essa generosa: offre fiori rosa in cime compatte, e radici utili per lavare lana e indumenti delicati.

Infestanti (115) – Anno 2008
Per ulteriori informazioni:
Gianna Tuninetti 011 8177194
www.giannatuninetti.it