Anemoni

L’Anemone coronaria è di origine Mediorientale, già conosciuta sul territorio italiano fin dal tempo degli Etruschi è ancora presente sulla dorsale appenninica e progenitrice delle cultivar dalle diverse colorazioni che vanno dal bianco al rosso, al blu, al viola scuro. Gli anemoni moderni sono molto pittorici e largamente ritratti, non meno apprezzati dai fioristi più raffinati.
L’Anemone affascina per alcune sue caratteristiche come la collaretta di foglie, alta sullo stelo, quasi a voler incorniciare i petali come le gorgere di pizzo incorniciavano, nel Cinquecento e nel Seicento, i volti di nobili, re e regine.
È un fiore sempre in movimento: si apre e si chiude se c’è più luce o meno luce, se fa caldo o se fa freddo, un attimo prima è in boccio, un minuto dopo eccolo aprirsi e spampanarsi.
Nell’acquerello che possiamo ammirare è stata ritratta una varietà porpora ed è stata accostata a elementi verdi di varia foggia e specie: rami d’edera,  fronde di eucalipto e leggero capelvenere (Adiantum capillus-veneris) largamente diffuso dove trova ombra e abbondante umidità.

Acquerello Anemoni (098) – Cm. 46×61 Anno 2010
Per ulteriori informazioni:
Gianna Tuninetti 011 8177194
www.giannatuninetti.it